Quale futuro per i servizi di Odontoiatria del Santissima Trinità e degli ambulatori del distretto “C”?

306 0

Desta perplessità e forte preoccupazione la decisione assunta dalla dirigenza strategica aziendale dell’Asl di Frosinone, con delibera n.477 dell’8 marzo scorso, di sostituire un Dirigente di Odontoiatria con un Dirigente per le Professioni Sanitarie Infermieristiche in prossimità del pensionamento previsto a fine anno del primario della Uos dipartimentale di Odontostomatologia, Dr. Di Mambro, che in tutta evidenza non si sa da chi, come e quando sarà rimpiazzato come responsabile della struttura. Tale incomprensibile decisione, è in continuità con il progressivo depotenziamento dei servizi odontoiatrici offerti all’utenza provinciale, in particolare del Distretto C, che creano sconcerto soprattutto per coloro che fino a poco tempo fa potevano fare affidamento sull’elevato standard qualitativo offerto da quella che una volta era una vera e propria unità operativa complessa presente da anni nel Ss. Trinità di Sora e capace di attirare presso di sé pazienti da altre regioni. Essa, attualmente, rappresenta una vera e propria eccellenza del comprensorio. Con quasi 9.000 interventi l’anno, gli ambulatori in questione integrano l’Azienda Ospedaliera in maniera prestigiosa: un centro che si distingue per la qualità delle prestazioni erogate, sia nelle cure odontoiatriche che nelle terapie ortodontiche. Una struttura che, negli anni, è diventata punto di forza per il territorio, un riferimento importante che garantisce assistenza odontoiatrica di alto livello, dal bambino all’anziano, ai pazienti con malattie infettive, immunodepressi, in terapia anticoagulante, diabetici, ai pazienti oncologici la cui terapia farmacologica ha implicazioni importanti sul cavo orale. Un’assistenza totale che diventa servizio esclusivo del reparto in quanto nel comprensorio non ci sono ambulatori che possano garantire cure adeguate alle diverse patologie elencate. Inoltre la struttura ospedaliera assicura la tranquillità, per eventuali complicanze: della camera di rianimazione, ricerche radiologiche, pronto soccorso, una collaborazione meticolosa con gli altri reparti. Tutto questo spiega i numerosi pazienti che raggiungono l’Odontostomatologia nel Sorano: da Cassino, Frosinone, Anagni, da tutta la provincia, e poi Roma ed anche da fuori regione, soprattutto dalla Campania e dall’Abruzzo. E’ nostra intenzione chiedere immediatamente conto di tale decisione al Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ed all’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, per sapere quali decisioni intendano assumere per mantenere gli standard qualitativi e quantitativi in materia di servizi odontoiatrici e quale futuro avrà la Uos di Odontostomatologia del Ss. Trinità di Sora.

Cordiali saluti.

 

Il Portavoce Regionale M5S

Loreto Marcelli

Commenti

comments